pannolini migliori

Pannolini: lavabili o usa e getta?

Tra le domande che più spesso i neo genitori si pongono ci sono di sicuro:”Quali pannolini scegliere? Quale preferire tra pannolini lavabili o usa e getta?”. Molti genitori sono, infatti, consapevoli che la scelta del pannolino giusto non solo é importante per mantenere asciutto il bambino ma anche per ridurre l’impatto sul quantitativo di rifiuti prodotti. Si perché secondo the Telegraph (solo in UK) sono

gettati in discarica quasi

2.5 billioni di pannolini ogni anno

Un numero davvero devastante!

Sul mercato abbiamo visto la comparsa di un ingente quantità di pannolini biodegradabili ed eco sostenibili. Ma lo sono davvero?
Recentemente mi sono interessata al tema per consigliare il miglior pannolino a mia sorella che da poco ha dato alla luce il nostro primo nipotino. Naturalmente, per definizione il miglior pannolino è quello che dà la miglior prestazione, facendoci risparmiare denaro, rispettando l’ambiente. Così, attratta dallo slogan “eco-sostenibile” stampato su alcuni pannolini ho fatto le mie ricerche e quello che ho scoperto mi ha sorpreso parecchio.

divulgazione delle affiliazioni: questo post contiene collegamenti a prodotti che ho provato e che consiglio. Cliccandoci e facendo un acquisto, potrei ricevere una piccola commissione senza alcun costo aggiuntivo per te.

 

Cosa significa “biodegradabile”?

Quando pensiamo a qualcosa biodegradabile, lo associamo alla capacità di degradarsi senza danneggiare le falde acquifere ed il terreno. Questo è vero, ma manca un dettaglio. Non deve finire in discarica. Secondo The Guardian (giornale inglese), un pannolino biodegradabile lasciato in discarica si degraderebbe in più di 50 anni. Affinché il processo di decomposizione avvenga, è necessario avere un ambiente con sufficiente ossigeno e temperatura, ma soprattutto con microorganismi. Queste condizioni vengono a mancare in discarica dove i rifiuti sono letteralmente sepolti per anni in completa assenza d’ossigeno. É per queste ragioni che seppur mossi da ottimi motivi come la salvaguardia dell’ambiente, comprando pannolini usa e getta biodegradabile e gettandoli in discarica avremo in ogni caso contribuito all’aumento dei rifiuti e avremo rilasciato nell’ambiente “materiale organico marrone” con relativi batteri.

Pannolini: usa e getta o lavabili?

Con queste conoscenze è più semplice fare acquisti consapevoli.

pannolini lavabili o usa e getta

Pannolini lavabili opinioni

Tra le soluzioni più eco-friendly ci sono i pannolini lavabili. Se si vuole ridurre il quantitativo di pannolini gettati, la soluzione più sostenibile è utilizzare pannolini di stoffa che possono essere lavati e riutilizzati. Ovviamente se da un lato sono eco-friendly e aiutano a risparmiare denaro dall’altro lato comportano un aumento del numero di bucati e di conseguenza l’aumento del consumo di acqua ed energia.
Le marche raccomandabili sono:

Bambino Mio

Alva

Pannolini Usa e Getta

I pannolini usa e getta sono naturalmente più semplici da usare. La grande distribuzione fornisce pannolini fatti in prevalenza da plastica e altre sostanze chimiche che aiuterebbero l’assorbimento mentre prevengono le sgradevoli perdite. Ricercando tra le principali marche, ho notato che non esiste un pannolino 100% biodegradabile. Ricordo che per biodegradabile intendo un pannolino a cui sono state rimosse le feci e che sia stato buttato nel compostaggio. Molti pannolini sono infatti biodegradabili solo dal 75 al 95%.
Quindi, messo da parte il fattore “biodegradabile” perché abbiamo appena visto che non esistono tali pannolino attualmente in commercio (se mi sbaglio scrivetemi nei commenti) vediamo quali fattori sarebbe opportuno controllare per comprare pannolini che diano buone prestazioni e che rispettino l’ambiente.

 

Pannolini Usa e Getta: quali scegliere

Per essere sostenibili ed amici dell’ambiente, possiamo scegliere di acquistare prodotti di marche che cercano di limitare il loro impatto sull’ambiente e sul clima. Infatti nel concetto di sostenibilità è importante considerare l’intero processo produttivo e non solo l’ultimo step come lo smaltimento dei rifiuti. Per esempio:

  • l’uso di materie prime sostenibili,
  • la riduzione delle emissioni in aria, acqua e suolo
  • il NON impiego di sostanze dannose per l’uomo.

Per questo motivo raccomando pannolini usa e getta che rispettano questi parametri avendo ottenuto certificazioni di sostenibilità come Nordic Swan Eco Label o ECOCERT (potete trovare ulteriori dettagli circa quest’ultima in un mio precedente post).

Bambo Natura

Questo pannolino ha ottenuto la certificazione Nordic Ecolabel e FSC (Consiglio per la gestione forestale). La certificazione FSC si ottiene solo se i prodotti sono realizzati con materie prime provenienti da foreste ben gestite e da fonti responsabili. Inoltre, i pannolini Bambo Natura non contengono sostanze chimiche nocive come il cloro, usato come candeggina per sbiancare i pannolini.

Eco by Naty

Questo brand ha ottenuto diversi riconoscimenti tra cui la certificazione FSC menzionata in precedenza. Ha anche ottenuto la certificazione ‘Biobased OK ‘ che prova la natura ecologica dei pannolini grazie all’utilizzo di materie prime rinnovabili. È certificato Vegan, Ecocert e GOTS (Standard Tessile Biologico Globale). Quest’ultima certificazione garantisce che i prodotti tessili contengono almeno il 70% di fibre organiche.

Libero

Libero ha la certificazione Nordic Ecolabel dal 2009. Sul loro sito web si può leggere che negli anni hanno ridotto notevolmente il loro impatto ambientale, producendo pannolini più sottili e leggeri. Grazie a questo sono stati in grado di ottimizzare la logistica effettuando meno trasporti e perciò emettendo meno CO2.

Conclusione

In conclusione, pannolini lavabili o usa e getta? I pannolini lavabili sono a mio avviso i più sostenibili, ma posso capire che potrebbe essere complicato usarli quando si viaggia o quando si è lontani da casa. Se ritenete più convenienti e pratici i pannolini usa e getta, cercate di scegliere marchi che prendano sul serio la questione ambientale mostrando le prove effettive del loro impegno.

Spero che questo post vi sia stato utile 🙂

Se ti piacciono i miei contenuti, aiutami con una piccola donazione. Con il tuo sostegno, vorrei acquistare nuovi ingredienti e creare prodotti di bellezza originali e sani! Grazie 🙂

Gabi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.